LA NOSTRA AZIENDA

FASI DI PRODUZIONE

THINK NATURAL

Il progetto ORGANIK think natural nasce da una azienda che da più di 40 anni produce scarpe ecologiche con un metodo antico ed ormai in disuso (a causa dei lunghi tempi di produzione).

Questo tipo di calzatura, che ha fatto la storia della moda dei nostri nonni, si fa subito apprezzare per la leggerezza, la traspirabilità, la freschezza, la naturalezza di ogni materiale (NON DERIVANTE DA UCCISIONE DI ANIMALI) e soprattutto dalla varietà di bellissimi modelli, colori e tessuti trandy.
Diamo persino la possibilità di fornire modelli personalizzati con borchie, strass e disegni richiesti dal cliente grazie alla creativa mano di un nostro disegnatore che, tramite un aerografo consentirà libero sfogo alla fantasia.

Questo antico metodo di produzione delle scarpe ecologiche è denominato “vulcanizzazione” ed è stato inventato da Goodyear nei primi del XIX secolo e consiste nella creazione di una mescola di gomma attraverso il surriscaldamento, nel nostro caso la miscela è realizzata dal caucciù mescolato con altri prodotti minerali come il carbonato di calcio, il tutto viene poi assemblato ad altri componenti che provengono solo da aziende in possesso di certificazione per la salvaguardia dell’ambiente.
Il caucciù arriva confezionato sottovuoto nella sua forma grezza e più naturale.
I nostri padiglioni per la lavorazione del caucciù sono molto simili a dei grandissimi panifici; grandi macchine molto simili ad impastatrici per il pane lavorano il caucciù grezzo. Questo materiale attraverso il passaggio ripetuto fra grossi rulli in metallo è ridotto in sottili strati messi ad essiccare.
Successivamente gli strati verranno ridotti in piccoli frammenti pronti per essere “vulcanizzati”.

Il processo di produzione delle nostre scarpe ecologiche prosegue in altri reparti dove del sughero prende la forma di tacco e viene inserito nella forma durante la vulcanizzazione diventando così un corpo unico con la suola in gomma.

Successivamente la suola viene unita alla tomaia attraverso dei macchinari che sfuttano sempre il calore e per finire viene aggiunto, non a tutti i modelli, una corda protettiva intorno alla base della calzatura.

In conclusione del lavoro, per isolare maggiormente il piede dal pavimento viene inserito nella scarpa un morbido sottopiede in fibra di cotone che assicura la massima freschezza anche in piena estate.

Il confezionamento viene rigorosamente effettuato con cartone quasi interamente riciclato con garanzia del produttore.