canapa
News

CANAPA – SOLUZIONE ECOSOSTENIBILE PER LA PUGLIA

Canapa (Maggio 2017)

Conosciuta sin dai tempi antichi la Canapa (Cannabis Sativa L.) è una pianta originaria dell’Asia Centrale.

Il suo utilizzo si può far risalire ad un’epoca precedente al 1000 a.C. Le sue proprietà terapeutiche e ludiche sembra fossero conosciute fin dall’antichità, dai popoli Indiani e Asiatici, è ritenuta una pianta dalle mille risorse, infatti i suoi utilizzi sono tantissimi, dall’edilizia all’alimentazione, dalla cosmesi e farmaceutica ai carburanti, dalla carta ai tessuti, inoltre viene utilizzata in alcuni ospedali USA come antibatterico per ridurre le infezioni da stafilococco.

Dopo aver decantato tutte le sue proprietà benefiche per l’uomo, passiamo ad analizzare i benefici che una coltivazione di Canapa può portare alla terra:

queste tipologie di piante (come spiegano dall’Istituto di biologia agro-ambientale e forestale del CNR di Porano) hanno la capacità di escludere i metalli pesanti in eccesso presenti nel terreno, in modo da preservare la parte edibile e renderla commestibile; altre varietà invece sono in grado di immagazzinare quantità migliaia di volte superiori rispetto ad altre piante, “sanificando” in questo modo terreni inquinati da realtà locali tristemente famose.

La Canapa essendo molto resistente non necessità di pesticidi chimici, permettendo così un’agricoltura di tipo biologico.

Il 7 Maggio, il consiglio regionale pugliese ha dato il via libera alla promozione della coltivazione e della trasformazione della canapa in quanto capace di ridurre l’impatto ambientale in agricoltura, della desertificazione e della perdita di biodiversità. Sono stati stanziati per il triennio 1,5 milioni di euro, 100 mila euro per il 2017, 600 mila per il 2018 e 800 mila per il 2019.

Un progetto di CanaPuglia destinato a bonificate la salute dell’uomo, dell’ambiente e perchè no dell’economia pugliese.

Michele Marolla

Lascia un commento